Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?
Menù principale
Registrazione
Se vuoi registrarti e partecipare alla vita del sito invia la tua richiesta tramite la voce "contattaci" indicando il nome utente con cui vuoi registrarti.
Argomenti scottanti
Utenti online
6 utente(i) online
(2 utente(i) in Articoli)

Iscritti: 0
Ospiti: 6

altro...
SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Articoli > Natura > Flora > La peonia
La peonia
Publicato da Nocciolina su 2/8/2006 (394 Letto)
La peonia ha origini orientali, in Cina è considerata un vero e proprio oggetto di culto, già 1000 anni prima di Cristo l'imperatore cinese, proteggeva questa meraviglia della nuatura pagando le varietà più belle e sovvenzionando i lavori di incrocio tra le varie tipologie di peonia.
Ricordate nelle favolose porcellane cinesi in epoca Ching e Ming.

Le peonie sono piante molto adattabili, facili da coltivare, sopportano bene i freddi inverni e non hanno particolari necessità di terreno, tuttavia prewferiscono quelli non tanto leggeri ed alcalini.
Non largamente diffusa in Italia, sono estremamente decorative, utilizzate sopratutto come piante da siepe o da bordura. La fioritura avviene da metà aprile a fine giugno a seconda delle varietà.

Esistono due tipi di peonia, erbacea ed arbustiva.

Le peonie erbacee hanno una caratteristica ben definita, la parte visibile (esterna) muore durante l'inverno, i ricacci primaverili partono direttamente dal colletto delle radici, pochi centimetri sottoterra, le radici rappresentano la loro fonte di sostentamento per superare il lungo periodo invernale, quindi emettono tutti gli anni numerosi fusti erbacei che portano le foglie e, sulla loro sommità, i bottoni florali. La peonia erbacea si estende orizzontalmente e rimane costante in altezza.

Le peonie arbustive (arboree o egnose) invece producono rami legnosi, sui quali crescono le infioriture e le foglie, crescono in altezza e larghezza sino a raggiungere i 2 mt.

Il periodo ottimale per piantare una peonia, sia a radice nuda che in vaso, va da settembre sino a novembre; se si pianta in autunno, si permette alla peonia di sviluppare il suo sistema radicale prima della ripresa vegetativa. La peonia può essere piantata anche in pieno inverno, purchè il suolo non sia gelato durante le ore diurne.

nel mese di marzo è possibile travasare la peonia per sistemarla a dimora. La peonia preferisce un terreno argilloso, ricco di humus, profondo, permeabile e ben drenato, si consiglia quindi di dissodare il terreno prima dell'impianto, eventualmente mescolarlo con sabbia e torba ed arricchirlo con concimi organici (sangue secco, letame maturo, cornughia, ammenande vegetale composto).

Si sconsiglia il contatto diretto tra concimi e radici e il ristagno idrico, in caso di terreno estremamente utile sarà bene riporre uno strato di ghiaia (circa 5 cm) sul fondo della buca di impianto.

La peonia ama i luoghi ben soleggiati o in penombra, ha bisogno di spazio, le sue radici non devono essere troppo vicine a quelle di altre piante. Le peonie si piantano in luoghi ben soleggiati oppure in mezza ombra, a seconda delle regioni.

Hanno bisogno di spazio e non devono essere troppo vicine alle radici di altre piante. Sia le arbustive che le erbacee si coltivano spesso come piante isolate; le peonie erbacee si possono piantare con altre specie erbacee perenni, purchè si preveda uno spazio sufficiente alla loro crescita (80 cm circa tutto intorno).

Se impiegate per formare aiuole o siepi si deve lasciare uno spazio di circa 80 cm fra pianta e pianta per le erbacee; e 120-150 cm per le arboree.

Da ricordare:
La peonia si sviluppa in circa 2 annni, nel frattempo svolge un lavoro sotterraneo e non visibile.
Per una lunga durata delle peonie recise si consiglia di recidere i rami quando i boccioli cominciano ad intenerirsi e si intravede il colore del fiore.
  Vedi questo articolo in formato PDF Stampa articolo invia article

Naviga negli articoli
Precedente articolo La ninfea Il bambù prossimo articolo
I commenti sono di proprietà degli autori. Si declina ogni responsibilità sul loro contenuto.
Cerca
Video
Questo sito è un'iniziativa personale e non è subordinato in maniera diretta o indiretta ad alcuna personalità, gruppo, associazione o partito politico.
Tutti i materiali presenti nel sito sono di proprietà dei legittimi autori.
Costituzione Italiana. Art. 21 Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
Powered by XOOPS 2.4.4 Copyright 2001-2010 The XOOPS Project